Bed & Breakfast Acquacotta, B&B Castiglione della Pescaia, Maremma

Percorsi turistici

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA: Al tempo degli Etruschi, un grande lago salato, detto Lago Prelius (Lago Prile), si congiungeva al mare dove oggi è Castiglione della Pescaia. Dove oggi è Castiglione era un porto, Salebrum, divenne un punto di ristoro sulla via Aurelia, sempre nello stesso periodo un altro insediamento romano sorse nell'Isola Clodia.

Con il governo dei Medici si ebbe una parziale rinascita della zona.  Nel 1765 sotto il governo del Granduca di Toscana Pietro Leopoldo I iniziarono i lavori di bonifica delle aree paludose, che furono diretti da Leonardo Ximenes, gesuita, astronomo e idraulico.

Egli fece costruire un canale sulla cui foce fece innalzare un edificio, la Casa Rossa, con cateratte per regolare il deflusso delle acque. Succesivamente nel periodo 1828-1838 si svolsero altri lavori di bonifica.

Nel 1827 si giunse alla costruzione, sulla fiumara di Castiglione, del ponte Giorgini, a tre luci, con cateratte che si aprivano in direzione al mare.

Il borgo racchiuso dalle mura si presta ad una bellissima passeggiata storica: grazie alla sua posizione dalle mura si possono ammirare stupendi panorami della costa, verso nord sono visibili le Rocchette e l'isola d'Elba, verso sud la vista spazia verso la palude della Diaccia Botrona e verso i Monti dell'Uccellina, il Parco Naturale della Maremma, l' Argentario e l'isola del Giglio.

Nelle giornate terse al largo in direzione del mare è visibile l'isola di Montecristo e a volte anche la Corsica.


   


DIACCIA BOTRONA: La Riserva naturale Diaccia Botrona si estende su oltre mille ettari di territorio ed è considerata la più significativa area umida italiana. Costituisce un lembo residuo del lago di Prile, trasformatasi in palude e successivamente bonificata.

La Diaccia Botrona possiede un raro ecosistema, che ospita un’incredibile varietà di esseri viventi, sia vegetali che animali. L’avifauna rappresenta la componente più interessante della riserva: sono, infatti, circa 200 le specie rilevate che si avvicendano nell’arco dell’anno, di cui circa 80 nidificanti.

Tra le più importanti il falco di palude, l’albanella reale, l’airone bianco, il falco pescatore, il nibbio, il falco pecchiaiolo, il chiurlottello, la garzetta, la sgarza ciuffetto, la pittima reale, l’airone rosso, il tarabuso, la ghiandaia marina e il cuculo dal ciuffo.

LE ROCCHETTE: La spiaggia delle Rocchette è situata alle pendici meridionali del promontorio di Punta Ala, dove sorge il centro della frazione, ed è raggiungibile a piedi, lungo un sentiero che termina sulla costa rocciosa. Il litorale è lungo diverse centinaia di metri ed è orlato da selvagge scogliere rocciose di colore rosso scuro. Il mare è cristallino e trasparente, con fondali sabbiosi e digradanti, il mare migliore del comune di Castiglione della Pescaia, 5 vele di Legambiente dal 2005 a tutt'oggi.

VETULONIA: È situata a 300 metri sul livello di mare e conta una popolazione di circa 270 abitanti. Si trova su una collina a ovest di Buriano. Nel paese sono presenti le famose mura dell'Arce dette ciclopiche, costruite probabilmente nel VI-V secolo a.C., che sono la prova dell'esistenza di un centro urbano importante. Il ritrovamento di molte monete (soprattutto in rame) comprovano la sua autonomia e l'egemonia economica. Il nuovo museo, dedicato a Isidoro Falchi, scopritore di molti resti dell'antica Vetulonia etrusca, espone i reperti etruschi trovati nelle tombe e negli scavi effettuati nella città. Gli Oggetti, datati tra il X ed il I secolo a.C., dimostrano il ruolo di primo piano che Vetulonia occupava all'interno delle città etrusche contemporanee. 


La chiesa dei Santi Simone e Giuda venne edificata in epoca medievale in stile romanico e rimaneggiata nelle epoche successive; l’Oratorio di Santa Maria delle Grazie sorse durante il periodo medievale e conserva al suo interno un affresco quattrocentesco.
 
Sul poggio di Badia Vecchia si trovano i resti dell'Abbazia di Sestinga Vecchia, edificata in epoca medievale in un’area dove il vescovato di Lucca possedeva numerosi beni fin dall’Alto Medioevo ed abbandonata circa un secolo e mezzo dopo quando l’abbazia venne ricostruita sul poggio de Il Convento. Del primitivo complesso religioso sono visibili alcuni resti, gran parte dei quali incorporati in un edificio rurale.
 
Nei dintroni, in località Case di Vetulonia, si trova il Castello di Casallia, complesso di origini medievali originariamente adibito a convento. Da segnalare, infine, la Cappella della Scala Santa, situata nei pressi di Vetulonia.

PUNTA ALA : è una rinomata località balneare adagiata sulle pendici del promontorio omonimo.
Il promontorio è caratterizzato dalla tipica vegetazione della macchia mediterranea e, grazie alla sua costiera rocciosa e frastagliata, è ricco di meravigliose cale e calette dall’acqua cristallina.
Oggi Punta Ala è un’ambita meta turistica ed un’oasi di pace affascinante. E’ ricca di strutture dotate di ogni confort, di ristoranti di prestigio, con un porto turistico molto ben attrezzato, un campo da golf, la possibilità di praticare equitazione ed immersioni e di assistere alle caratteristiche regate veliche.
Punta Ala non è però solo ricca di bellezze naturali, ma anche di bellezze artistiche del ‘500 quali le due fortificazioni Torre Hidalgo e Castello di Punta Ala. Da sottolineare anche l’importanza della zona per i vini pregiati, per la gastronomia tipica toscana ed il pesce notoriamente freschissimo.

è un caratteristico borgo della Maremma grossetana, unico nel suo genere per la particolarità di essere costruito interamente su di un masso tufaceo, ciò lo rende uno dei luoghi più interessanti dell'area del tufo.

CALA VIOLINA : La caletta, non molto ampia, è racchiusa tra due promontori ed è caratterizzata da una sabbia bianca finissima e da un mare molto trasparente.
 
La particolarità che la rende unica consiste nei suoni che la spiaggia emette quando viene calpestata da chi l'attraversa, in assenza di fonti sonore di rilievo; questo effetto è percepibile nei periodi di bassa stagione, visto il grande affollamento del luogo nei fine settimana e durante la stagione estiva. Ciò non deve tuttavia scoraggiare i più curiosi visto che il luogo, ben esposto e protetto dai venti freddi settentrionali, consente di trascorrere ore al sole anche nel periodo invernale.
 
Non è raggiungibile da automezzi privati. Nel periodo estivo esiste un servizio navetta.
 
PITIGLIANO : Il paese si eleva su un pianoro formato dai corsi d'acqua Lente, Meleta e Prochio, è certamente uno dei centri artistici più belli della Toscana e d'Italia La cittadina conserva vari monumenti di interesse artistico che spaziano dall'epoca medievale al Settecento.Il centro storico si caratterizza soprattutto per la sinagoga cinquecentesca, all'interno della quale spiccano l'Aron sulla parete di fondo e la Tevà al centro; sulle pareti sono conservate iscrizioni di versetti biblici mentre in alto si trova il Matroneo riservato alle donne. Sotto il tempio ebraico si trovano i locali per il Bagno Rituale, il suggestivo Forno delle Azzime, la Macelleria kasher, la Cantina kasher e la Tintoria. La Cattedrale dei Santi Pietro e Paolo venne edificata in epoca medievale, rimaneggiata durante il Cinquecento e profondamente modificata nelle epoche successive. La facciata tardo-barocca è fiancheggiata sulla sinistra dal campanile che si presenta intonacato nella parte inferiore sopra la quale ha mantenuto l'aspetto originario in tufo risalente al periodo medievale.

 
© 2017 | powered by dotflorence.com | SmartHotel Project